Terre di Sacra, proseguono gli incontri in attuazione del protocollo con la Regione

sant'ambrogio_sacra di san michele

SACRA TRAMONTO Stato di avanzamento della candidatura Unesco della Sacra di San Michele, opportunità di finanziamenti a favore della Via Francigena, navetta Avigliana-Sacra di San Michele, accatastamento e manutenzione delle mulattiere di accesso all’abbazia, punto di accoglienza sperimentale ad Avigliana sono stati alcuni dei punti affrontati lo scorso 1° marzo dal tavolo di lavoro “Terre di Sacra”, istituito dalla Regione Piemonte – assessorato alla Cultura e Turismo.

Lo scorso luglio un Protocollo di intesa è stato sottoscritto tra Regione Piemonte, Ente Sacra di San Michele, Comuni di Avigliana, S.Ambrogio, Chiusa di San Michele, Valgioie, Unione Val Sangone e Unione Montana Valle Susa con lo scopo di individuare azioni comuni volte alla valorizzazione congiunta della Sacra di San Michele e delle Terre di Sacra come destinazione turistica. Fondamentale – per poter portare sul mercato le offerte turistiche relative – sarà la costruzione del prodotto turistico ai tavoli di lavoro con gli operatori del territorio in occasione degli “Stati generali del turismo”. In programma, anche la preparazione di nuove brochure di accoglienza. Nel corso dell’incontro, il sindaco di Chiusa di San Michele, Fabrizio Borgesa, ha illustrato il suo progetto dell’Ostello, in cerca di finanziamenti e, insieme al Comune di S.Ambrogio ha sollecitato un intervento affinchè almeno nei fine settimana tutti i treni regionali della linea SFM3 effettuino la fermata nelle loro stazioni per favorire lo spostamento dei visitatori da Torino.

Per l’Unione Montana Valle Susa erano presenti all’incontro l’assessore al Turismo Emanuela Sarti e l’assessore alla Cultura Antonella Falchero.