CARATTERISTICHE

Tipo bicicletta: Strada/ E-Bike
Distanza: 60km
Grado difficoltà : TC / MC
Tipo strade: Ciclabili( Via Francigena), strade ciclabili, strade comunali e tratti statali
Tempo di percorrenza: h. 2,30/5,00

DESCRIZIONE ITINERARIO

Ciao a tutti, mi chiamo Claudio Maritano e sono un ex corridore- ciclista appassionato da piùdi 30 anni, oggi accompagnatore cicloturistico e vi propongo  un itinerario ciclabile alla portata di tutti, sia  per pedalatori poco allenati che pedalatori più allenati. Un percorso che si snoda lungo la destra e lungo la sinistra orografica della Valle di Susa, seguendo la Via Francigena e le vecchie strade oggi asfaltate divenute ciclabili, che collegano gli innumerevoli storici paesi sorti nel tempo alle  pendici delle montagne dominanti questa splendida  vallata, una tra tutte il Rocciamelone.Il nostro viaggio inizia dalla città medioevale dei due laghi, Avigliana. Lasciata l’auto in prossimità della stazione ferroviaria attraversiamo il centro storico superando una ripida salita in antico ciottolato che ci conduce nella piazza Conte Rosso,cuore storico della cittadina e ridiscendiamo ritrovando a breve la strada asfaltata che ci porta a costeggiare  una  delle due perle della città, il Lago Grande, dominato dall’affascinante Santuario della Madonna del Laghi. Aggirato il lago pedaliamo seguendo una bellissima strada pianeggiante fatta di piccoli saliscendi mai troppo impegnativi ed attraversiamo in uno splendido scenario naturale, l’aria umida dei Mareschi, Parco Naturale dei Laghi, superando in successione paesi ricchi di storia e cultura enogastronomica, Bertassi, S.Ambrogio..quì lasciamo la strada principale ed  attraversiamo la Valle portandoci brevemente sul lato opposto e cominciamo a risalire la vallata superando sempre dolci dislivelli in prossimità dell’attraverso dei paesi che incontreremo in successione… prima Novaretto, Caprie e Condove, dove consiglio la classica pausa caffè presso il bar pasticceria della piazza centrale, meta obbligata di tutti i ciclisti di passaggio( vuoi per le bontà dolciarie e vuoi per il professionale  servizio meccanico garantito dall’adiacente officina Bike). Riprendiamo a pedalare in direzione della città di Susa, nostra meta odierna, percorrendo un tratto di strada statale ss24 pianeggiante molto scorrevole e imboccando nuovamente la strada ciclabile proprio  all’ingresso del paese prima di un cavalcavia. Qui inizia uno dei due tratti ciclabili più belli,17 km, una lunga strada ciclabile immersa nella natura costellata di sali e scendi  e tratti pianeggianti, che attraversa  antichi paesi  ricchi di meraviglie storico architettoniche, S,Didero,Bruzolo, Chianocco,passiamo nell’abitato di Bussoleno ,risaliamo sempre su strada secondaria fino all’abitato di Foresto per fare una breve deviazione alla Riserva Naturale dell’Orrido. Breve discesa  e  ci ritroviamo sulla strada statale ormai nei pressi di Susa, l’antica città romana. Giunti nella piazza del centro storico ci facciamo un meritato panino e siamo pronti per il rientro. Percorriamo velocemente un  primo tratto piacevole della strada SS24 poco trafficata in leggera discesa ondulata fino a raggiungere prima Bussoleno e poi l’abitato di S.Giorio, dove fa bella mostra di se sulla collina adiacente alla strada, un meraviglioso  castello medioevale circondato dal suo antico borgo molto ben conservato. La strada è un susseguirsi di prati, boschi e piccoli nuclei abitati sempre immersi nella natura quando giunti in prossimità dell’abitato di Villarfocchiardo troviamo sulla nostra strada Cascina Roland, antica cascina fortificata, oggi luogo di ristoro e ospitalità celebre per narrazione ove si dice che il celebre Orlando in transito con l’esercito di Carlo Magno (Battaglia delle Chiuse) abbia tagliato in due con la sua spada una grossa pietra ancora presente davanti all’ingresso. Svoltiamo sulla destra e lasciata la strada statale ss24 imbocchiamo dal centro del paese una bellissima ciclabile vallonata che ridiscende verso valle completamente immersa nell’ambiente naturale …Attraversiamo lungo la ciclabile prima il paese di S.Antonino poi il paese di Vaie ove impossibile non riempire le nostre borracce della sua celebre fresca acqua alla fontana che incontriamo sulla strada in pavè che la attraversa. La ciclabile prosegue nel verde del bosco circostante fin chè raggiungiamo l’abitato di Chiusa di S.Michele, attraversato anch’esso su bella strada in pavè e successivamente giungiamo all’abitato di S.Ambrogio, altro paese con passato storico longobardo  con tanto di castello, torri e cinta del XIII, che sorge ai piedi del monte Pirchiriano ove si erge il monumento millenario simbolo della VallediSusa, la Sacra di S.Michele. Il nostro giro si conclude percorrendo gli ultimi 4 km di ciclabile che ci separano dal piazzale di partenza. Una giornata ad esplorare l’intera bassa valle pedalando in tranquillità ma anche ad andatura più sostenuta per chi volesse mettersi alla prova lungo un percorso medio – facile immersi nell’essenza e nella bellezza di questa Valle.