Alla Certosa 1515 di Avigliana uno spettacolo su Don Lorenzo Milani

La Certosa 1515  organizza per il 30 agosto uno spettacolo di teatro-canzone, dal titolo l’Obbedienza non è più una virtù. Ispirato alla vita di Don Lorenzo Milani.

Il sacerdote fiorentino che segnò in maniera profonda, con la sua attività pastorale e didattica, la cultura italiana dei primi anni Sessanta del secolo scorso.

Un’opportunità di riflessione e ripresa di tematiche che hanno contraddistinto molta parte del percorso del Gruppo Abele, gestrice della Certosa di Avigliana.

spettacolo Don Milani Certosa 1515 avigliana

LA NONVIOLENZA

La nonviolenza e l’antimilitarismo, che sono entrate del nostro repertorio di canzoni fin dai primi anni di attività creativa e di spettacoli in lingua ladina.

L’attenzione nei confronti delle diverse marginalità, a cui i nostri racconti e spettacoli teatrali hanno sempre fatto riferimento.

Dunque la professione di alcuni del gruppo nell’insegnamento in scuole di montagna, con la sensibilità e la considerazione verso i ragazzi. sopratutto i più deboli ed in difficoltà.

La convinzione che mantenere aperta una scuola in paese è conservare accesa la lampada del sapere e la dignità sociale di una comunità.

Questo caratterizza in modo originale la presenza del Gruppo musicale di Costalta nella Ladinia dolomitica.

DON LORENZO MILANI

Lo stimolo a realizzare un teatro-canzone ispirato a don Lorenzo Milani è emerso dalla lettura del libro scritto da don Pierluigi Di Piazza.

Don Lorenzo Milani nella mia vita di uomo e di prete”.

Dunque testimone coerente del messaggio evangelico di Gesù, poco amato dalla gerarchie ecclesiastiche udinesi. Don Pierluigi ha realizzato uno spazio di accoglienza agli immigrati ed un punto di riferimento di cultura e riflessione spesso in contraddizione con quella dominante. Quindi il Centro Balducci di Zugliano in periferia di Udine. Tanti insegnamenti di don Milani caratterizzano la sua attività pastorale e sociale. Condividendo con lui l’importanza di affermare valori e principi che la società contemporanea sta dimenticando.

Per maggiori informazioni:

Certosa 1515certosa1515.org