Bike area della Valle di Susa: prosegue la realizzazione del progetto

dorsale mtb

dorsale mtb

Nuovi percorsi e una segnaletica di interesse regionale

Si concretizza il lavoro progettuale preparatorio della dorsale mountain bike curato dall’Unione Montana Valle Susa.

Sono in consegna i lavori dei tratti Pavaglione-Foresto (tra Chianocco e Bussoleno) e Mocchie-Celle (tra Condove e Caprie), che si aggiungono dunque al percorso Prarotto – Pavaglione realizzato nel 2018 – spiega l’assessore al Turismo Emanuela Sarti.

Sono anche iniziati i lavori dell’anello ciclabile Bruzolo-Chianocco, che collega i due comuni alla dorsale mountain bike dell’Unione Montana”.

Soddisfatto il presidente Sandro Plano: “La dorsale prevede un percorso che nel versante sinistro della bassa valle connette i comuni da Caselette a Bussoleno.

Alla dorsale i comuni possono agganciarsi con percorsi di arroccamento, discesa o espansione. Una visione che porterà ad avere una variegata offerta turistica per gli appassionati, con possibilità di percorrere l’intera dorsale o tratte o porzioni di percorsi”.

La bike area Valle di Susa

Dal 2016 l’Unione Montana Valle Susa ha promosso e sostenuto il progetto “Bike area della Valle di Susa”. Il territorio è quello delle Unioni dei Comuni Montani della Valle di Susa, sia Bassa Valle sia Alta Valle.

Nella bike area della Valle di Susa si vanno così a realizzare percorsi dorsali quali ossatura dell’area cicloturistica, sia come cicloturismo sia come mountain bike, e percorsi locali che completeranno l’offerta.

La dorsale cicloturistica interessa il fondovalle al fine di sovrapporsi idealmente alla Via Francigena, andando però a interessare l’asta fluviale della Dora Riparia. La dorsale mountain bike ipotizzata si sviluppa da Bardonecchia mentre i percorsi locali hanno origine preferibilmente da una dorsale per consentirne l’utilizzo come mezzo di comunicazione tra territori e veicolo di promozione degli stessi.

Lo sviluppo di questi percorsi può avere origine o intercettare le dorsali per diversificare l’offerta turistica o creare itinerari per raggiungere servizi ricettivi e siti di interesse.

L’itinerario Prarotto – Pavaglione: da provare

prarotto-pavaglioneSul tracciato da Prarotto di Condove a Pavaglione, sopra Chianocco, si sono effettuati interventi di manutenzione; il percorso privilegia il senso di marcia da est a ovest.
Pulizia e risistemazione del fondo sono stati completati dalla messa in opera di un impianto di segnaletica specifico per la mountain bike.

ITINERARIO (MTB): Prarotto di Condove-Pavaglione di Chianocco

Indicazioni tecniche
Lunghezza: 7.6 Km
Dislivello: 150 mt.
Quota Massima: 1400 mt
Difficoltà: BC
Tempo di percorrenza: 1,5 ore

DESCRIZIONE

Percorso che si sviluppa a media montagna nel versante esposto a sud della valle pertanto adatto anche a una fruibilità in tardo autunno o inverno. Il tracciato è in prevalenza su single track, con brevi tratte di collegamento su strade bianche. Degrada da Prarotto a Pavaglione su un divertente sentiero con pochi passaggi di media difficoltà tecnica; la prevalenza del fondo è di terra, con uno sviluppo “ondulato” che rende così varia la conduzione della bici.

L’anello MTB Bruzolo – Chianocco

L’Unione Montana ha partecipato a un bando del GAL Escartons e Valli Valdesi candidando l’anello cicloturistico Bruzolo-Chianocco e ha ottenuto il finanziamento del 90% a novembre 2018.
Il progetto consiste nella valorizzazione ciclo-escursionistica di un percorso esistente con partenza dalla stazione ferroviaria di Bruzolo e salita a Chiotetti. Il tratto alto fino a Pavaglione è comune all’itinerario Prarotto – Pavaglione lungo il Sentiero della Resistenza/Sentiero Balcone. Da Pavaglione si prosegue poi fino alla frazione Lorano, con la bella variante che sale all’Alpe Combe, per poi scendere lungo la strada comunale, raggiungere la frazione Combette e tornare all’area camper in località Giraude.

Un’altra bella variante su Bruzolo scende da Seinera lungo il vallone del Torrente Pissaglio.

Il percorso viene valorizzato in termini di fornitura e posa di segnaletica specifica. Viene, inoltre, consolidato e messo in sicurezza in alcune sue parti (sistemazione/rifacimento straordinario del fondo e di alcune protezioni su dirupo) e dotato di alcune infrastrutture al servizio di cicloturisti e bikers (bacheche e pannelli informativi, colonnine self service di manutenzione bici).

Il piano segnaletica del territorio

L’Unione Montana Valle Susa ha realizzato nel 2017 il documento “Abaco Segnaletica ciclabile – bike area Valle di Susa”, predisposto da Bikehub di Jacopo Spatola, azienda di consulenza e fornitura di servizi logistici per la mobilità ciclabile.

segnaletica mtb segnaletica mtb_1
Si tratta di un documento per la progettazione e messa in opera di interventi relativi alla segnaletica per la mobilità ciclabile nell’Unione Montana, in particolare per la “Bike area”.
L’abaco ha come obiettivi informazione, direzionalità e messa in sicurezza dei tracciati; analizza la segnaletica nei vari aspetti, dalla mobilità quotidiana al cicloturismo alla mountain bike.
Per quest’ultima si è affiancata alla segnaletica regionale una accessoria per facilitare la fruizione e arginare interferenza e intolleranza tra le tipologie di fruitori dei percorsi.
L’Abaco è stato quindi approvato e inviato alla Regione Piemonte che lo ha ritenuto di interesse regionale dichiarandone la compatibilità con la sua programmazione in materia di valorizzazione del patrimonio escursionistico.