Alla scoperta della Valsusa in mountain bike. Tour consigliati in estate

bike experience

bike experienceSe cerchi un’avventura all’insegna di sport e natura, che tu voglia goderti un giro rilassante o mettere alla prova i tuoi muscoli, la Valsusa è ricca di itinerari per te e la tua mountain bike.

Le mani ben salde al manubrio, le ruote che si fanno strada tra percorsi sterrati, mulattiere, sentieri e strade militari. L’aria fresca sul viso e infiniti panorami che cambiano continuamente. Questa è la Valsusa e se sei un amante della mountain bike, ti consiglio di segnarla tra le prossime mete.

Gli itinerari che ti permettono di scoprire la storia e le bellezze di questa Valle su due ruote sono moltissimi, di ogni durata e livello. Dagli itinerari più facili a quelli per i più difficili e, se non hai la bici con te non ti preoccupare, potrai noleggiarla al tuo arrivo.

Sappi che se vuoi scoprire il mondo in sella alla mountain bike, la Valsusa, oltre a bike experience imperdibili e tour in luoghi suggestivi, offre servizi ad hoc per i ciclisti per supportarli durante la loro avventura: dalle guide ai noleggi, dalle officine di riparazione, alle strutture adatte per gli amanti della mountain bike.

Se sei alle prime armi, se questo è il tuo primo viaggio con la mountain bike o se vuoi un consiglio su un percorsi adatto a tutta la famiglia il consiglio è:
Il Sentiero Lungo Lago di Avigliana
Panorami tra i più belli della Valle e percorsi naturalistici da scoprire.

Se sei già un po’ allenato, ma ancora non te la senti di esagerare, ti suggerisco questi 3:
Colle delle Finestre. Una strada militare sulla cresta che delimita il confine tra Val Chisone e Val di Susa. Ti è mai capitato di vedere due panorami differenti contemporaneamente lungo le pendici della stessa montagna?
Colle Sollier. Un percorso per gli amanti della storia. Luogo del secondo conflitto bellico mondiale.
Il Sentiero Ritrovato. Se cerchi un itinerario veloce, ma comunque interessante.

Se sei un esperto e niente ormai ti spaventa puoi considerare questi itinerari:
Forte Malot. Prima di partire tieni conto di alcune difficoltà che potrai incontrare: la quota, le condizioni di alta montagna e i cambi di temperatura. Per il resto ne vale veramente la pena e lo spettacolo di arrivare alla meta ne ripaga la fatica e l’impegno.
Sentiero 505. Questo percorso ti richiede, soprattutto nella prima tratta, un’adeguata tecnica.