La Via Francigena

La-Via-Francigena
Via Francigena

La Via Francigena

La Valle di Susa è sempre stata una delle strade privilegiate per il collegamento dell'Italia con l'oltralpe e con l’Europa, attraverso i colli del Monginevro e del Moncenisio. Soprattutto a partire del Medioevo, la nostra Valle è stata la via di transito di mercanti, eserciti, nobili, uomini di Chiesa e pellegrini che dovevano raggiungere Roma, il cuore della cristianità a Santiago de Compostela.

L'afflusso intenso di genti lungo la Via Francigena produsse una circolazione e scambio di saperi, che contribuirono allo sviluppo in Valle di una vivacità culturale di impronta europea e notorietà internazionale identificabili oggi con l'Abbazia di Novalesa e la Sacra di San Michele, centriborghi cittadini sedi di mercato o luoghi di transito e di pedaggio obbligati come Susa, Bussoleno, Avigliana e Oulx.

Lungo il percorso nacquero hospitali, locande e alberghi come le locande di Novalesa e Bussoleno o luoghi di assistenza come la Precettoria di Sant'Antonio di Ranverso. Castelli fortificati, caseforti e palazzi borghesi a Oulx, Chiomonte, Susa, San Giorio, Chianocco, Bruzolo sono oggi testimonianza del capillare controllo territoriale esercitato inoltre dal potere signorile lungo la valle, legato proprio all'importanza economica e commerciale che l'itinerario assunse nel tempo.

Percorrere oggi la Via Francigena in Valle di Susa è un’emozione perché significa intraprendere un viaggio alla scoperta di arte, natura e cultura della nostra Valle. La Via Francigena ci permette di contemplare paesaggi memorabili passo dopo passo, seguendo le mulattiere e i sentieri delle montagne, le strade bianche del fondovalle e anche i campi, ripecorrendo i passi dei tanti pellegrini che ci hanno preceduto.

Cinque sono i percorsi che ci permetteranno di scoprire la Via Francigena in Valle di Susa.